Calcio scommesse - Doni vuota il sacco e collabora

URL:

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Andare in basso

Calcio scommesse - Doni vuota il sacco e collabora Empty Calcio scommesse - Doni vuota il sacco e collabora

Messaggio Da andreamyson Sab 24 Dic - 15:47

ll giudice Salvini, a quanto si è saputo, ha disposto i domiciliari anche per l'ex preparatore atletico dei portieri del Ravenna, Nicola Santoni, e per l'amico di Doni, Antonio Benfenati

Cristiano Doni vuota il sacco. Il capitano dell’Atalanta ed imputato più importante del secondo filone d’inchiesta di calcioscommesse ha scelto di collaborare con gli inquirenti. Grazie a questa scelta, a Doni sono stati concessi i domiciliari dal giudice Salvini, che li ha disposti anche per l'ex preparatore atletico dei portieri del Ravenna, Nicola Santoni, e per l'amico di Doni, Antonio Benfenati.

L'INTERROGATORIO - L’interrogatorio davanti al gip Guido Salvini ed, insolitamente, anche al pm Roberto Di Martino è durato poco meno di due ore. Il 38enne bandiera nerazzurra è uscito correndo dal tribunale scortato da cinque agenti ed è subito salito sul furgone della polizia penitenziaria ed è stato ricondotto nel carcere di Cremona dove è rinchiuso da cinque giorni.

All’uscita dal tribunale il gip Guido Salvini ai cronisti presenti ha confermato che Doni, come quasi tutti gli interrogati, ha fatto delle ammissioni confermando le sue responsabilità. Il gip ha anche detto che l’inchiesta sta procedendo bene e che questa collaborazione da parte degli imputati è un bene anche per il calcio italiano che può così auspicare di uscire dai tribunali.

AVVOCATO DONI "POSIZIONE RIDIMENSIONATA" - All'uscita dall'interrogatorio ha parlato coi cronisti anche il legale di Doni Salvatore Pino che ha dato una sua lettura dell'udienza: “Ringrazio Salvini, Di Martino e Lo Presti perché ci hanno permesso di organizzare un interrogatorio nel clima giusto. Doni era provato e molto dispiaciuto. Ha riflettuto molto nei cinque giorni di isolamento e capito le sue responsabilità. Il dottor Salvini mi ha acconsentito di vedere Cristiano, un’ora prima dell’interrogatorio per e non c'è stato nessuno sforzo nel decidere la linea da intraprendere. In cima ai suoi pensieri restano la famiglia, la sua bimba di 8 anni e si augura di raggiungerli presto. Se sarà scarcerato domani? Me lo auguro proprio. Il pm dovrà esprimere il suo parere e il giudice valuterà la nostra richiesta.Non possiamo che attendere che svolgano il loro lavoro, tenendo conto che ci sono le festività di mezzo. Nel corso dell'interrogatorio sono stati inseriti elementi molto utili alle indagini e si è anche capito che il suo coinvolgimento sia minore rispetto a quanto tanti pensano e credono. Gran parte dell’interrogatorio si è concentrato su Atalanta-Piacenza e Cristiano ha confermato l’impianto accusatorio degli inquirenti sulle altre gare invece preferisco mantenere un certo riserbo”.

ATALANTA SCAGIONATA - Dalle prime indiscrezioni confermate dallo stesso legale del calciatore emerge anche una cosa importante: Doni ha scagionato l'Atalanta spiegando di aver agito a livello personale scommettendo su partite dopo aver sentito informazioni ma non parlando con il gruppo degli 'zingari', che ha dichiarato di non conoscere. Doni avrebbe fatto alcune ammissioni anche su Ascoli-Atalanta mentre ha negato ogni responsabilità per quanto concerne Padova-Atalanta, partita che tirerebbe in ballo anche la società nerazzurra. Doni nelle due ore di colloquio coi giudici non ha nemmeno fatto il nome di altri giocatori.

Eurosport
andreamyson
andreamyson
Fedelissimo FTB
Fedelissimo FTB

Status :
ONLINE
Calcio scommesse - Doni vuota il sacco e collabora Offlin10


Numero di messaggi : 2335
Data d'iscrizione : 23.04.11

Torna in alto Andare in basso

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Torna in alto


Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.