Tessera, club più chiari. L'Authority a CM: 'Adeguarsi, o rischio multe'

URL:

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Andare in basso

Tessera, club più chiari. L'Authority a CM: 'Adeguarsi, o rischio multe' Empty Tessera, club più chiari. L'Authority a CM: 'Adeguarsi, o rischio multe'

Messaggio Da Tommys Ven 14 Gen - 16:34

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

15:05 del 14 gennaio
Non è una vera e propria bocciatura, ma di certo gli esiti dell'inchiesta del Garante per la Privacy sulla Tessera del tifoso fanno esultare i più accaniti oppositori della norma voluta dal Ministero dell'Interno. È di ieri il provvedimento con cui l'Authority bacchetta i club del nostro campionato, e si schiera a tutela dei tifosi. Il Garante fa riferimento in particolare alla modulistica con la quale ci si trova a dover richiedere la Tessera: molto spesso non sono specificati quali trattamenti di dati 'non richiedono il consenso, perché connessi al rilascio della tessera', e quali invece 'possono essere effettuati solo su base volontaria e con un consenso ad hoc (marketing, profilazione, invio di comunicazioni commerciali)'. Il tifoso deve avere il diritto di dire esplicitamente di no all'uso dei dati per finalità di marketing. E così sarà, dopo la presa di posizione del Garante: le società hanno 45 giorni di tempo per adeguarsi. Ma se ai club - sostiene chi critica la Tessera - interessa più il consumatore che il supporter, questa può essere considerata una sconfitta in piena regola per i 'signori del calcio-business'.

Calciomercato.com ha sentito in esclusiva il parere di Mauro Paissan, uno dei componenti del Garante per la protezione dei dati personali, nonché giornalista ed ex deputato.

Non tutte le società, si evince dal vostro provvedimento, forniscono all'utente una corretta modulistica per richiedere la tessera. Avete riscontrato maggiori lacune nei club di B e Lega Pro - realtà spesso meno organizzate - piuttosto che in serie A, oppure tali mancanze prescindono dalla categoria?
'La maggior parte dei casi esaminati riguardano società di serie A che erano state segnalate al Garante. Per comprendere meglio come è stata introdotta la tessera del tifoso abbiamo comunque allargato l'analisi ad altri club. Si tratta però di un campione non statistico. Abbiamo riscontrato limiti diffusi e questo è stato sufficiente per indurci a intervenire'.

Concedendo agli utenti 'l'effettiva possibilità di formalizzare anche il proprio diniego al trattamento per finalità di marketing', le società sportive rischiano di perdere davvero molto in termini economici. Non temete reazioni scomposte, soprattutto da parte dei grandi club?
'Sarebbe, per le società, un clamoroso autogol. Le maggiori resistenze dei tifosi nell'accettare questa tessera erano legate proprio alla scarsa comprensione dello strumento e alle poche informazioni sull'uso che sarebbe stato fatto dei loro dati personali. Ritengo quindi che saranno proprio le società di calcio a beneficiare della maggiore trasparenza imposta dal Garante. L'obbligo di informare i tifosi su come vengono utilizzati i loro dati, e quello di richiedere il loro consenso per trattarli con finalità di marketing, aiuterà i club stessi a ripristinare il rapporto di fiducia che si era incrinato creando, forse, anche nuove opportunità di business'.

Il vostro provvedimento finisce inevitabilmente per dare man forte ai detrattori della Tessera, i quali da sempre denunciano la volontà da parte dei club di fare business celandosi dietro esigenze di sicurezza. Non credete che la pubblicazione di questo documento possa rinfocolare le proteste, già molto rumorose, da parte delle tifoserie organizzate?
'Al contrario, le tifoserie saranno liete di sapere che non saranno più possibili i trattamenti celati - come afferma lei nella domanda - da esigenze di sicurezza. Il provvedimento dell'Autorità non limita in alcun modo il trattamento dei dati personali dei tifosi a fini di sicurezza. Al tempo stesso obblighiamo le società a informare adeguatamente i tifosi sugli altri possibili utilizzi. Saranno i possessori della tessera, poi, a scegliere se aderire alle campagne di fidelizzazione o ad altre promozioni eventualmente sviluppate dai club'.

Quali sanzioni sono previste per le società che non dovessero adeguarsi entro i tempi stabiliti alle vostre prescrizioni? Si parla di 45 giorni, un tempo relativamente breve: esiste la possibilità di concedere proroghe straordinarie?
'Riteniamo che 45 giorni siano sufficienti a introdurre i miglioramenti che abbiamo prescritto. Alla scadenza faremo comunque un bilancio della situazione. Chi non dovesse mettersi in regola con le misure indicate nel provvedimento potrà incorrere in una sanzione amministrativa che va da 30mila a 180mila euro. Ma noi confidiamo in un atteggiamento maturo da parte delle società come dei tifosi'.
Calciomercato.com

_________________
AVANTI RAGAZZI, AVANTI BARI. UNITI SI VINCE.


                                [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]  
Tommys
Tommys
Fedelissimo FTB
Fedelissimo FTB

Status :
ONLINE
Tessera, club più chiari. L'Authority a CM: 'Adeguarsi, o rischio multe' Offlin10


Numero di messaggi : 15996
Data d'iscrizione : 08.08.09

Foglio di personaggio
FTB:

Torna in alto Andare in basso

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Torna in alto


Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.