Tifosidelbari.com

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

2 partecipanti

    05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat

    BARESE_SEMPRE
    BARESE_SEMPRE
    Fedelissimo FTB
    Fedelissimo FTB


    Numero di messaggi : 14253
    Data d'iscrizione : 26.04.14

    05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat Empty 05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat

    Messaggio Da BARESE_SEMPRE Gio 5 Ott - 15:56

    Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzato: cosa dice la storia


    Ricordi, memorie, almanacchi, racconti: in molti sostengono che senza passato non sia possibile affrontare il futuro, che gli insegnamenti impartiti dalla storia ai principali protagonisti delle epoche passate debbano essere custodite come un tesoro prezioso per comprendere al meglio ciò che, con il passare del tempo, si verificherà. Una premessa doverosa questa, sì perché stando agli ultimi accadimenti, il feeling fra Bari e la proprietà De Laurentiis nella persona del presidente Luigi, figlio di Aurelio, pare essere ai minimi storici da quando la “Filmauro” decise il 31 luglio 2018 di acquistare il titolo sportivo biancorosso.
    Dalla D subito la promozione in C,passando per la finale play-off utile al salto di categoria in B poi persa contro la Reggiana fino ad arrivare ad ottenerla il 3 aprile 2022 a Latina. Certo, ci sono stati alti e bassi ma mai come ora i De Laurentiis sembrano essere distanti dalla piazza, dalla tifoseria e da quelle che sono le problematiche che questa stagione pare abbia presentato, almeno per il momento, in questo avvio di campionato. L’ormai celebre “alchimia” fra tifoseria, società e giocatori, che lo scorso anno stava per portare ad un risultato impensabile, rammentata tra l’altro da capitan Di Cesare nel post-partita di Parma-Bari, sembra essersi dispersa eppure mai nessuna società, fatti alla mano, pare abbia mai goduto di una totale fiducia sia dal punto di vista del tifo organizzato, sia da quello politico e istituzionale.

    Del resto, a volere fortemente che fosse la “Filmauro” a rilevare le quote del club fu lo stesso Sindaco Antonio Decaro che mai ha mancato di mostrare il suo attaccamento alla squadra. Dal raduno al vecchio "Stadio Della Vittoria” attorniato da più di 5000 mila tifosi nell’estate 2018, Decaro pronunciò, commosso, una frase eloquente diventata poi iconica: “Il calcio a Bari non finirà in un caldo pomeriggio di luglio”. Sì, il calcio non finì e dopo alcuni contatti con Lotito e Preziosi, il primo cittadino insistette affinchè Aurelio De Laurentiis diventasse nuovo proprietario dei “galletti” tenendo bene a mente il “risorgimento” napoletano di cui egli fu protagonista portando il club partenopeo dalla C alla A. Lo scettro passò subito a suo figlio, Luigi De Laurentiis e da quel momento il Sindaco Decaro mai ha fatto mancare il suo sostegno “istituzionale” (e non) alla compagine barese. Dalle parole poi, si è passato anche ai fatti perché anche dal punto di vista politico, l’Amministrazione Decaro ha creduto fortemente nel progetto della proprietà.

    Un esempio? Beh, la manutenzione straordinaria effettuata al “San Nicola” ed ancora in corso ne è l’emblema: basti pensare ai costi per il posizionamento dei 26 nuovi petali, attualmente in corso, che si unisce ad uno dei primi interventi, il rifacimento del manto erboso che richiese alle casse comunali un esborso importante. Ma non finisce qui: la sostituzione di tutti i seggiolini con nuove sedute rispondenti alle vigenti normative, l’installazione dei due nuovi maxischermi, la sostituzione di tutti i corpi illuminanti con nuovi proiettori a led sono solo gli ultimi interventi in ordine temporale che testimoniano la bontà e la fiducia dell’Amministrazione Comunale nei confronti della “Filmauro”. Altrettanto, in termini di fiducia incondizionata, non si potrebbe dire della tifoseria che forse per la prima volta, in Bari-Como 1-1, ha contestato squadra ma soprattutto società relativamente alla scarsa programmazione e alle parole non concretizzatesi poi in fatti. Tornando indietro nel tempo, neanche lo storico presidente biancorosso Vincenzo Matarrese, numero uno del club di via Torrebella dal 1983 al 2011, aveva mai goduto di questo feeling. Anche qui, alti e bassi: dagli anni della A a quelli della B fino a giungere al famoso Bari-Cittadella quando in segno di protesta, al “San Nicola”, i paganti furono soltanto 51.

    Insomma, mai nessuna società aveva mai goduto di un sostegno di questo tipo e soprattutto ad ampio respiro. I risultati scarseggiano e i fischi dei tifosi, per un Bari che lo scorso anno si è fermato soltanto a 120 secondi dalla promozione in massima serie e alla luce di un mercato tutt’altro che esaltante, sono ancora impressi nella mente. Il rischio è però quello di disperdere quanto fatto fino ad ora. L'augurio è che la retta via smarrita di dantesca memoria possa essere ben presto ritrovata: ai posteri, l'ardua sentenza.

    di Sabino Del Latte
    fonte tuttobari.com


    _________________
      
       05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat 512bfb4820cc545ae65e954fe63fd6992c39d355   

    05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat Tifosi10
    SABVANBARI
    SABVANBARI
    Moderatore
    Moderatore


    Numero di messaggi : 31200
    Data d'iscrizione : 25.06.11

    05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat Empty Re: 05/10/23 Bari e quel feeling da ritrovare coi De Laurentiis. Politica, istituzioni e tifo organizzat

    Messaggio Da SABVANBARI Gio 5 Ott - 16:15

    quest'anno la società non sta facendo la sua parte e la cosa è innegabile.

    A BARESE_SEMPRE piace questo messaggio.


      La data/ora di oggi è Mer 21 Feb - 22:38