Tifosidelbari.com

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

    8-11-23 è un Bari sempre + duttile. Sibilli e i suoi fratelli ...

    SABVANBARI
    SABVANBARI
    Moderatore
    Moderatore


    Numero di messaggi : 31198
    Data d'iscrizione : 25.06.11

    8-11-23 è un Bari sempre + duttile. Sibilli e i suoi fratelli ... Empty 8-11-23 è un Bari sempre + duttile. Sibilli e i suoi fratelli ...

    Messaggio Da SABVANBARI Mer 8 Nov - 8:45


    Se si dovessero individuare le parole chiave del nuovo corso targato Pasquale Marino, i più consoni a quella che è la più stretta attualità sarebbero duttilità e pragmatismo. In attesa che ai risultati venga abbinata una buona mole di gioco, il tecnico siciliano in queste prime tre partite si è contraddistinto come “sarto” rattoppando ed intervenendo dove necessario per limitare le lacune esistenti in rosa alla luce, anche e soprattutto, dei nuovi moduli adottati fra 3-5-2 e 4-4-2. La novità più evidente, ad oggi, è sicuramente l’adattamento di Sibilli a mezzala di centrocampo, ruolo in cui l’ex Pisa, come dichiarato recentemente, si trova più che bene. Marino, alla ricerca del giusto vestito tattico da far indossare al suo Bari, ha dato inizio così alla sua mini rivoluzione partendo proprio dall'uomo del momento in grado con le sue falcate e i suoi strappi di cambiare volto alle partite. E’ lui che fino a questo momento è riuscito nell’intento di spostare gli equilibri, è lui l'ago della bilancia che poi, una volta all’attacco dell’area avversaria, si trasforma in trequartista spaziando in lungo e in largo fra estro e fantasia.

    A subire una sostanziale metamorfosi c’è anche Dorval, riscoperto come esterno di centrocampo grazie anche a quella corsa e gamba che di certo non gli mancano. L'allenatore ex Udinese, con l’intento di dare un equilibrio alla squadra, elemento forse mancante fino a poche partite fa in virtù delle doti offensive del francese, ha al contempo “riscoperto” nel suo scacchiere tattico Pucino, uomo d’esperienza e poliedricità, una sorta di jolly (vedi Darmian all’Inter) in grado di ricoprire sia il ruolo di braccetto nella difesa a tre, sia quello di terzino in una retroguardia a quattro. Detto di Sibilli, Dorval e Pucino, stessa sorte è toccata anche a Ricci, avanzato anch’esso a sinistra come esterno di centrocampo e subito decisivo a Brescia con l’assist vincente per l’1-2 di Vicari.

    Ma non finisce qui: l’infortunio occorso a Maiello durante Bari-Modena che lo terrà fuori per parecchi mesi, ha costretto Marino a reinventare Acampora play di centrocampo, in attesa che in quella posizione, dato il recente rientro, non venga probabilmente provato lo stesso Maita che con Mignani in panchina, in assenza del centrocampista napoletano, si era già cimentato in questo nuovo ruolo. "Sibilli e i suoi fratelli": la metamorfosi del Bari continua in attesa che ulteriori novità possano emergere dai prossimi allenamenti e partite di regular season. Del resto, in questo quadro, occorre ancora trovare una collocazione tattica sia ad Aramu, sia a Morachioli, trequartista il primo, esterno d’attacco il secondo, che in questo 3-5-2 potrebbero continuare ad essere penalizzati.


    Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 08 novembre 2023 alle 07:00 
    Autore: Sabino Del Latte 

      La data/ora di oggi è Mer 21 Feb - 6:17