Tifosidelbari.com

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

+2
labbari
SABVANBARI
6 partecipanti

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    SABVANBARI
    SABVANBARI
    Moderatore
    Moderatore


    Numero di messaggi : 31220
    Data d'iscrizione : 25.06.11

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da SABVANBARI Lun 22 Gen - 12:59

    CONSIDERAZIONI E ANALISI DEL GIORNO DOPO
    Chi conosce le vicende storiche del Bari, chi ha oltre 60 anni come me, e ne ha viste tante, può confermarlo: altri cento secondi ed il Bari avrebbe perso ieri ad Ascoli. Si, è così anche se manca il contraddittorio e non posso darlo come scontato, ma di gare come queste, dove il Bari vinceva fuori casa e poi si è fatto raggiungere e talvolta pure superare, ne sono capitate tante, e ieri ho intravisto questo spettro poi per fortuna il recupero dei sei minuti non è andato oltre ma, ripeto, sarebbero bastati altri cento secondi e il dramma sportivo si sarebbe configurato. Del resto a confermare ciò è bastato vedere l'Ascoli che al 96' non dava segni di resa, di stanchezza dopo oltre 70 minuti di forcing pressante, altre squadre avrebbero alzato bandiera bianca, ed invece l'Ascoli ha continuato imperterrito a spingere fino a rimontare il risultato. E ci sono delle colpe, ovviamente: se l'Ascoli ha spinto fino al 96' è perché il Bari ha rinunciato a giocare nel secondo tempo oltre a sbagliare quelle poche occasioni che gli sono capitate dimostrando, oltre ai vari e noti limiti, mancanza di cinismo come una squadra blasonata non dovrebbe avere, e si, perché il Bari, in B, ha il dovere di mostrarsi blasonato con chiunque, magari in A può comportarsi da provinciale, ma in B - vacca d'un can, per dirla alla Guccini - dovrebbe vigere la massima dialettale romanesca per la quale “fatece largo che passiamo noi...” ed invece questo Bari dice il contrario: “prego, entrate pure fateci del male”.
    Ieri ho intravisto i fantasmi di Piacenza dove il Bari si fece rimontare e superare da una squadretta come la Feralpi, poi per fortuna rimediò con un gol casuale di Achik sul finale. Inutile girarci intorno: è proprio da Piacenza, anzi, dal rigore sbagliato da Diaw, che sono iniziati i problemi fisici, caratteriali, esistenziali, tecnici e mentali del Bari. Chissà cosa sarà passato nella mente dopo il rigore sbagliato. C'è stata un'involuzione totale nello spogliatoio al punto che quel “poco” di Bari buono intravisto fino a quel momento che, diciamocelo, lasciava intravedere ancora margini di miglioramento in chiave classifica, è stato spazzato via come nella bora triestina. E va a capire il perché. Una delle verità sta nel fatto che sembrano a corto di fiato, come se nella preparazione atletica ci fosse qualche ingranaggio arrugginito perchè non è possibile che in ogni santa partita il Bari alza le mani nel secondo tempo, poi la rosa presenta gravi carenze tecniche, una rosa non all'altezza dei playoff che poi, magari, li acciufferà, chi lo sa, ma dovrà sudare le proverbiali sette camicie nonostante si abbia nell'arco gente del calibro di Menez, sebbene al tramonto, Diaw, Puscas, Benali e le sue oltre 350 presenze tra A e B, Maiello, Di Cesare e suoi 40 anni, Lulic, Sibilli, Kallon, e poi, diciamocelo tutti, dove potrà andare una volta raggiunti i playoff con questa squadra, se non uscire alla prima gara dal momento che sarà obbligato a vincere contro la quarta in classifica in casa loro? Si lo so che tutto può accadere ma vedendo questa squadra – ripeto, questa squadra - francamente mi riesce difficile sperare in positivo.
    Il Cagliari lo scorso anno, finì in crescendo e la rosa era tutt'altro che scarsa. La verità è che Liverani si è dimostrato un disastro, il vero problema poi risolto da Ranieri che ha esaltato la qualità della rosa a disposizione. A Bari i problemi sono nella rosa oltre che nelle mosse degli allenatori: Mignani, bene o male, garantiva la tenuta magari pareggiando troppe gare e perdendo qualche punto qua e là senza dimenticare che ne aveva persa solo una di partita, Marino vince qualche gara in più, è vero, ma spesso sbaglia le mosse come ieri: cambiare un attaccante per un difensore è sinonimo di squadretta provinciale, di paura, di una squadra che si difende davanti ad uno squadrone, ed invece ieri affrontava una squadretta provinciale, peraltro terzultima in classifica che avrebbe dovuto distruggere, calcisticamente parlando si intende, ed invece è successo quel che è successo. Per me quella di ieri è una sconfitta non un pareggio, perché i pareggi veri hanno un altro sapore, quello di eri sa di beffa e di rabbia ma anche di disarmo.
    Ora speriamo che Vicari non si sia fatto male (non mi meraviglierei se l'entità del suo infortunio fosse di una certa gravità, quest'anno è disgraziato e le disavventure son come le ciliegie, una tira l'altra), tuttavia io credo che occorrerebbe un altro centrale difensivo perché, come ho scritto già altre volte, Zuzek (note le sue amnesie) e Matino (che ieri ha dimenticato di marcare Mendez in occasione del pareggio), non garantiscono affidabilità, e siccome Di Cesare e Vicari non possono garantire 100 minuti a partita senza incorrere in un infortunio o in una squalifica, la situazione si fa molto difficile da gestire. Ovviamente oltre al centrale occorre un altro centrocampista in attesa del recupero di Lulic per il quale occorre tempo per vederlo in forma (del resto se si prende a gennaio un giocatore fresco di intervento chirurgico, è da mettere in preventivo il tempo di recupero), di Maiello che a breve tornerà, e sperando che Menez dia il suo contributo anche se quella smorfia nitida in occasione del calcio di punizione che, forse, avrebbe voluto battere lui, fa molto riflettere: credo che Menez, debba scendere un po' dal piedistallo, deve trovare umiltà, perché la sensazione è quella di ritenersi una prima donna, anche l'espulsione di Genova ha detto molte cose, e "se i cosiddetti "migliori" di noi avessero il coraggio di sottovalutarsi almeno un po', vivremmo in un mondo migliore", diceva Fabrizio De André.
    Poi c'è Edjouma che se da un lato è vero che sta crescendo, dall'altro è altrettanto vero che dimostra scarsa tenuta. Ieri nel secondo tempo, anzi dopo il gol di pregevole fattura, è scomparso dai radar, anzi, ha combinato anche qualche guaio perdendo palloni qua e là. Senza dimenticare l'attaccante, anche Fumagalli, perché Diaw con quello che ha, non garantisce continuità, nel senso che guarirà pure dal problema alla spalla come gli auguriamo tutti dal più profondo del cuore, ma la sensazione è quella che ha i muscoli fragili, come Barreto e Romizi che, ricorderete, una domenica giocavano, forse nemmeno per tutta lagara, ed altre quattro no.
    Si d'accordo occorre avere fiducia, guai a non averla, occorre supportare la squadra, sempre, i tifosi sono encomiabili soprattutto quelli che si sobbarcano ore ed ore di viaggio, esborsi di denaro sacrificando la famiglia, ma anche quelli “normali” che dal divano, o dalle tribune del San Nicola o davanti al PC, che non smettono mai di supportarla non sono da meno, però è altrettanto vero che occorre essere realisti: questo Bari - e ripeto “questo”, non quello futuro che nessuno di noi può intravedere - non dà alcuna garanzia di speranza. A meno che non cambi qualcosa. E subito.
    Buona giornata
    Massimo
    labbari
    labbari
    Moderatore
    Moderatore


    Numero di messaggi : 2494
    Data d'iscrizione : 03.05.14

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty Re: 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da labbari Lun 22 Gen - 14:26

    Romizi non me lo ricordo poi cosi' fragile...

    A colino e marietta piace questo messaggio.

    colino e marietta
    colino e marietta
    Fedelissimo FTB
    Fedelissimo FTB


    Numero di messaggi : 23507
    Data d'iscrizione : 26.04.14

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty Re: 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da colino e marietta Lun 22 Gen - 16:10

    concordo con le tue considerazioni Massimo e aggiungo quanto ho scritto in un altro post aperto dall'amico SAB: : oggi la classifica dice che pareggiare in casa con cittadella, catanzaro e como come avvenuto nella gestione Mignani non è uno scandalo, scandaloso è farsi rimontare il doppio vantaggio da squadre come feralpi e ascoli, o perdere con lo spezia e con il lecco: cioè 4 squadre che, classifica alla mano, oggi sarebbero retrocesse in C!
    questo ha fruttato il cambio allenatore voluto da Ciro Polito!
    SeriAmente
    SeriAmente
    Fedelissimo FTB
    Fedelissimo FTB


    Numero di messaggi : 36587
    Data d'iscrizione : 12.04.14

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty Re: 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da SeriAmente Lun 22 Gen - 17:09

    Molto incavolato Massimo Longo che ha buttato dalla torre persino il gladiatore Romizi. Questo è un campionato balordo, rabberciato questa estate col criterio se va va. Purtroppo , per noi anime esauste, rimane lo sconforto d'essere stati presi per i fondelli ed accontentarci con qualche ossicino lanciato dal Bollito per tenerci quieti quieti.
    Si è voluto provare ad aggiustare in corsa il malfatto di questa estate, ma una serie di infortuni a catena ha peggiorato la situazione. Per giunta, il curatore è risultato fallimentare, senza nerbo e senza forza mentale, direi un cacasotto ma certi termini non vanno usati per correttezza. Non c'è alcuna speranza e se, per grazia ricevuta, dovessimo arrivare ai play-off ci faranno sentire soltanto l'odore dell'erba per mandarci tutti al mare a dimenticare l'ennesima fregatura.

    A SABVANBARI, colino e marietta e labbari piace questo messaggio.

    redwhiteflag
    redwhiteflag
    Fedelissimo FTB
    Fedelissimo FTB


    Numero di messaggi : 23349
    Data d'iscrizione : 12.04.14

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty Re: 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da redwhiteflag Lun 22 Gen - 18:15

    SeriAmente ha scritto:Molto incavolato Massimo Longo  che ha buttato dalla torre persino il gladiatore Romizi.  Questo è un campionato balordo, rabberciato questa estate col criterio se va va. Purtroppo , per noi anime esauste, rimane lo sconforto d'essere stati presi per i fondelli ed accontentarci con qualche ossicino lanciato dal Bollito per tenerci  quieti quieti.
    Si è voluto provare ad aggiustare in corsa il malfatto di questa estate,  ma una serie di infortuni a catena ha peggiorato la situazione.  Per giunta, il curatore è risultato fallimentare, senza nerbo e senza forza mentale, direi un cacasotto ma certi termini non vanno usati per correttezza.  Non c'è alcuna speranza e se, per grazia ricevuta,  dovessimo arrivare ai play-off   ci faranno sentire soltanto l'odore dell'erba per mandarci tutti al mare a dimenticare l'ennesima fregatura.
    tipende dall'erba...
    Massimo Longo
    Massimo Longo
    FREQUENTATORE
    FREQUENTATORE


    Numero di messaggi : 140
    Data d'iscrizione : 30.06.13

    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty Re: 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da Massimo Longo Gio 25 Gen - 9:28

    SeriAmente ha scritto:Molto incavolato Massimo Longo  che ha buttato dalla torre persino il gladiatore Romizi.  Questo è un campionato balordo, rabberciato questa estate col criterio se va va. Purtroppo , per noi anime esauste, rimane lo sconforto d'essere stati presi per i fondelli ed accontentarci con qualche ossicino lanciato dal Bollito per tenerci  quieti quieti.
    Si è voluto provare ad aggiustare in corsa il malfatto di questa estate,  ma una serie di infortuni a catena ha peggiorato la situazione.  Per giunta, il curatore è risultato fallimentare, senza nerbo e senza forza mentale, direi un cacasotto ma certi termini non vanno usati per correttezza.  Non c'è alcuna speranza e se, per grazia ricevuta,  dovessimo arrivare ai play-off   ci faranno sentire soltanto l'odore dell'erba per mandarci tutti al mare a dimenticare l'ennesima fregatura.
    Perdonami: dove hai letto che avrei buttato dalla torre Romizi? Ho, per caso, scritto che era scarso o era un bidone al punto di gettarlo dalla torre? Mi pare di aver scritto altro, ovvero che era solo fragile di muscolatura. Forse dimentichi le volte che è uscito nel corso delle partite e il numero di gare che ha saltato per problemi muscolari. Ti scrivo una sintesi di statistiche che curo ogni anno e che vuoi te le faccio consultare: Anno 2011-12: su 20 partite giocate (arrivò a gennaio) 8 le ha giocate da titolare, 1 volta si infortunò e saltò la convocazione, e altre 8 volte uscì per infortunio. Anno 2012-13: su 42 partite ne ha giocate da titolare solo 27 da dove è uscito per infortunio ben 9 volte, 8 le volte in cui è stato infortunato e non è stato convocato. Anno 2013-14: su 42 gare ne ha giocate da titolare solo 19 da dove 10 volte è stato sostiuito e 4 volte è risultato infortunato senza essere convocato. Anno 2014-15: su 42 gare ne ha giocate da titolare solo 23 da dove 10 volte è stato sostiuito per infortunio e solo 3 volte non ha giocato per infortuni senza essere convocato. Anno 2015-16: su 42 gare ne ha giocate da titolare solo 15 da dove è stato sostìituito 9 volte, questa volta senza saltarne nessuna. Fai qualche considerazione e chiediti perchè ha giocato così poco e soprattutto chiediti perchè su 42 gare ha partecipato solo a (quasi) metà, seppure, in ogni campionato anche quando non è stato convocato. Inoltre leggo su internet che nelle squadre successive dove ha militato è stato utilizzato nel Vicenza per 28 volte su 38 (ignoro i motivi dell'assenza delle altre gare e se, come a Bari, è stato sostituito nel corso delle stesse per infortunio), con l'Albinoleffe è stato utilizzato 32 volte (forse la stagione dove ha giocato di più), a Picerno è stato utilizzato solo 5 volte, a Bisceglie 20 (su 38), a Cava de' Tirreni 24, a Trapani solo 15 volte, nella Luparense14, da gennaio è a Senigallia e non so quante volte giocherà o se ha già giocato. Ripeto, queste ultime statistiche post-Bari non le ho seguite, so solo il numero di volte che ha giocato e, per esclusione, quelle in cui non ha giocato ma ignoro se è stato sostiuito nel corso delle gare in cui ha giocato. Statistiche, invece quelle mie del Bari, verificabili tranquillamente su internet, così come le prime senza dimenticare che le faccio io da sempre seguendo il Bari. Quando vuoi ci vediamo e te le faccio vedere. Ora, vuoi cortesemente dirmi dove hai letto ed interpretato e per quale motivo avrei buttato dalla torre Romizi? Non pensi che io abbia scritto ben altro?

    Contenuto sponsorizzato


    22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo Empty Re: 22-1-24 le considerazioni del giorno dopo Ascoli Bari di Massimo Longo

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Ven 23 Feb - 14:20