Tifosidelbari.com

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

3 partecipanti

    cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo

    SABVANBARI
    SABVANBARI
    Moderatore
    Moderatore


    Numero di messaggi : 31198
    Data d'iscrizione : 25.06.11

    cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo Empty cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo

    Messaggio Da SABVANBARI Sab 3 Feb - 11:24

    E’ curioso assistere in modo disarmante come il Bari, quando è in difficoltà, con due-cinque-dieci-cento titolari fuori per vari motivi (squalifiche e infortuni), perde sempre, mentre altre squadre in medesima difficoltà con numerose assenze, quando giocano col Bari, vincono mettendo fuori l’orgoglio. Vedasi Reggiana, Virtus Francavilla, il Perugia una ventina di anni fa quando scese in campo senza sei titolari, con tre espulsi in campo e vinse, ma l’elenco sarebbe lunghissimo. Chissà perché, sarebbe interessante conoscere i pareri di qualche luminare al riguardo. Ma il sospetto è che nessuno potrà darci rispose plausibili. Succede solo a Bari e col Bari. Ovviamente al di là delle responsabilità.
    Una sconfitta pesante che lascia strascichi altrettanto pesanti rispetto alla gara contro al Reggiana. Non crediamo sia un problema di allenatore che, verosimilmente, verrà esonerato, lui forse non ha saputo dare gli stimoli giusti alla squadra. Questa è una squadra che aveva promesso alla tifoseria di reagire ma non è stato così. E’ un vero disastro, forse annunciato, Da agosto si sono creati i presupposti perché accadesse questo. E adesso si pagano le conseguenze. La sconfitta a Palermo era da mettere in preventivo ma perdere 3-0 è da squadra molle, rassegnata.
    Al di là della sconfitta è normale che qualcosa accada. Mignani è stato esonerato per una sconfitta sola e dopo un pareggio. Le solite scelte affrettate e sbagliate. E’ difficile pensare ad una conferma di Marino. E’ colpa di tutti, sia chiaro, dalla società, passando dal Polito e dall’allenatore, arrivando ai giocatori. Quando si arriva a questo punto la colpa è di tutti, non si salva nessuno. Anche il mercato è mancato, l’aggressività è mancata, si sta facendo di tutto per parlare di marasma generale. E’ troppo facile chiamare in causa Marino, è giusto mandarlo via, ma vogliamo parlare dei calciatori? Vogliamo parlare di come è stato impostato il centrocampo che va a uno all’ora? Di Dorval che continua a peccare in fase difensiva? Di Menez che non dà cenni di vitalità? Della difesa, nonostante la buona volontà di Vicari, che, ormai, subisce dai due ai tre gol a partita? Dopo una promozione sfiorata non hanno rilanciato, anzi hanno rallentato. 
    Si vede una squadra slegata senza centrocampo e così diventa difficile salvarsi. Il problema è che chi ha un po’ di esperienza, nota chiaramente quando le stagioni prendono una brutta piega. Inutile farsi illusioni. Forse Mignani era stato l’unico a capire la situazione. Aveva capito i limiti della squadra, e probabilmente in questo Bari disgraziato è l’unico a salvarsi. Gli altri hanno continuato a raccontare favole e il nulla.
    Ora bisogna pensare a salvarci con la spada, col coltello tra i denti e con lo scudo, si sta consumando un dramma calcistico in città e questo con l’avvento de De Laurentiis non era da mettere in preventivo. Ne abbiamo subite tante, ora sarebbe il caso di porre rimedio anche se, a pelle, ci sarà poco da rimediare se non cambia qualcosa nella mente di tutti. Manca tutto, agonismo, cattiveria, grinta, volontà, orgoglio, ma dove si vuole andare così? Come si può sperare di vincere qualche partita con una squadra piatta, anzi, assente?
    Chi è arrivato, tranne Kallon, non ha dato la spinta decisiva. Quando ci si trova in un contesto così difficile ci si allinea, e le prestazioni dei nuovi arrivati sono queste, Giubre a parte anche se, sempre a naso, il timore è che possa essere coinvolto anche lui nel marasma.
    Non è stato un mercato aggressivo come è stato promesso sia a luglio che a Natale, è stato molto deludente perché bisognava alzare l’asticella, ed invece si è preso un giocatore reduce da un grave infortunio, un altro che non ha giocato mai nel Modena, un attaccante che col Genoa non ha quasi mai giocato, Kallon tutto sommato sembra più pronto di tutti. Del resto lo abbiamo sempre detto che a gennaio si muovono solo queste tipologie di giocatori, solo i polli cedono i migliori, per questo le squadre si costruiscono a luglio. Il punto è che il tempo per attenderli non c’era, né c’è.
    Non è possibile crollare dopo l’uno a zero, è sempre la solita storia, il Bari non riesce a reagire e crolla sempre. Impossibile credere che gli sia capitata solo un’occasione, quella di Puscas e che con la Reggiana non abbia mai tirato in porta. No. Più di qualcosa non torna. Il calcio abbiamo imparato che è altro anche quando si perde. Il Bari non gioca al calcio mentre le altre si, questa è la sintesi.
    Fa meraviglia sentir dire da Polito, che ha dimostrato in C e l’anno scorso di essere illuminato, che si è fatto il massimo e che si sono centrati gli obiettivi prendendo i giocatori giusti.
    Oggi il Palermo ha trattato il Bari come una squadretta da oratorio. Nessuno si rende conto della situazione. Ci vuole gente con carisma, e Marino forse ce lo aveva, ma il tempo ha detto che non è riuscito a trasmetterlo. Anche questa è una scelta di Polito che lo ha cinto di alloro dandogli del maestro.
    Contro la Feralpi il Lecco ci si gioca la salvezza, ed il Bari non ha calciatori adatti per la salvezza, la situazione si fa davvero brutta e grave. Bisogna fare risultato adesso. Occorre fare almeno sette punti altrimenti si soffrirà fino all’ultima giornata.
    Il campionato del Napoli è sovrapponibile, fatte le debite proporzioni, a quello del Bari: se si smantella la squadra capolavoro dopo un anno straordinario, le conseguenze sono queste.
    La società ha detto ufficialmente che Sibilli e Ricci non sono scesi in campo per un improvviso stato influenzale e dobbiamo prenderne atto, il resto è solo chiacchiericcio, ma dopo le dichiarazioni di Marino nel post gara circa l’assenza dei due, la sensazione è che i due non siano scesi in campo per altri motivi. In fondo non c’è nulla di male parla redi motivi disciplinari, tutte le squadre lo dicono.
    All’inizio dell’opera “Divina Commedia”, Dante, in veste di viaggiatore, si ritrova in una temuta foresta tenebrosa, rappresentante un chiaro stato di confusione e smarrimento sia morale che spirituale. Tale condizione, riconosciuta e temuta dallo stesso Dante, minaccia di portarlo ai confini della vita. Egli si rende conto di aver deviato dal cammino retto, finendo per perdersi nel labirinto dei vizi. Questo momento segna l’avvio del suo percorso di purificazione, affiancato dal poeta Virgilio, simbolo della sapienza umana. È importante notare che, nonostante la via sia stata smarrita, non è andata irrimediabilmente perduta. Speriamo che la protezione di Virgilio si estenda non solo su di noi, ma anche sulla nostra città e sulla squadra del Bari.
    Massimo Longo
    colino e marietta
    colino e marietta
    Fedelissimo FTB
    Fedelissimo FTB


    Numero di messaggi : 23490
    Data d'iscrizione : 26.04.14

    cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo Empty Re: cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo

    Messaggio Da colino e marietta Sab 3 Feb - 13:45

    condivido pienamente l'articolo di Massimo.......e tra le tante sciagurate scelte che ha elencato, manca la ciliegina sulla torta di Ciro Bollito: il giocatore rincorso fino all'ultimo minuto del mercato estivo (Aramu), quello con l'ingaggio più alto, quello che doveva rappresentare il "gioiello" di questa squadra, oggi è fuori rosa! essere arrivati a questo punto è una vergogna, ecco perché è inspiegabile perché a Polito non viene riservato nessun coro di addio!!! 
    Quanto ai giocatori, io non me la sento di rimproverargli molto, perché se uno pone come condizione che deve giocare (Puscas) non è certo colpa sua se qualcuno l'accetta: che non sia un goleador si sapeva, che predilige attaccare la profondità ai cross pure, che era sovrappeso lo si vede guardandolo che colpa ne ha? se Dorval è stato inserito gradualmente da Mignani lo scorso anno e aveva bisogno di essere guidato nella fase difensiva, perché oggi ci si meraviglia che commetta degli errori clamorosi?!?! Ma solo io ricordo i cazziatoni di Di Cesare?!?!? Che Ricci azzecchi un cross ogni 10 tentativi non è una novità, che Edjouma sia lento e Acampora sembra che giochi in giacca e cravatta non lo scopriamo certo ieri, che Maita non faccia un tiro/gol se non per sbaglio Mignani lo ha detto mesi fa, che regali palla con passaggi in orizzontale pure lo sapevamo, che Menez si esalti solo se c'è entusiasmo non è una novità per lui (altrimenti avrebbe giocato molto più a lungo in A), che Sibilli sia l'unico a prendere iniziativa si è capito dalla prima partita col parma in coppa Italia prendendo la traversa appena entrato dalla panchina........e potrei continuare. Ecco perché io ai giocatori ho poco da rimproverare: fanno ciò che possono con le caratteristiche che hanno.
    Chiunque abbia giocato/seguito gli sport di squadra, sa che in campo serve il contributo di tutti: quello di uno solo non basta mai, a meno che non si chiami Maradona!

    A SABVANBARI piace questo messaggio.

    mandrake 59
    mandrake 59
    Fedelissimo FTB
    Fedelissimo FTB


    Numero di messaggi : 12234
    Data d'iscrizione : 20.02.12

    cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo Empty Re: cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo

    Messaggio Da mandrake 59 Sab 3 Feb - 15:55

     Caro M. Longo Se Atene piangeSparta non ride. Stagione negativa per Napoli e Bari,entrambe le società della famiglia De Laurentiis non se la stanno passando bene,ora sono in cerca entrambe di salvare il salvabile sempre che ci riescano!!! 


    _________________
    bariale :sciarpa:   ESSERE BARESE È LA COSA PIÙ BELLA AL MONDO   :sciarpa: bariale

    Contenuto sponsorizzato


    cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo Empty Re: cor.naz. - è notte fonda per il Bari - M.Longo

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer 21 Feb - 5:14